Made in Italy: the master craftsmen

Meet the specialists of Made in Italy: Giorgio Santamaria the master craftsman specialized in bespoke croco accessories

Every material has its “top of the range”: with metal it’s platinum, with stones it’s diamonds and with leather it’s crocodile. An expert in bespoke crocodile creations tells us everything you need to know about these bags, timeless icons of luxury and elegance. The Giorgio Santamaria’s atelier, Giòsa Milano, is one of those magic places where it’s still possible to experience the traditional atmosphere of the workshops of long ago, a place where the Made in Italy reaches heights of excellence. Step inside and you’ll glimpse the craftsmen seated at their tables, where they cut the luxury leather to create bags and other accessories. Each piece is a one-off, strictly handmade and bespoke. What the creations have in common is the use of one of the most extraordinary, and most sought-after, of materials: leather from the world’s fiercest reptile, the crocodile.

Why are women so fascinated with crocodile skin, given that the sight of this animal generally provokes terror and revulsion? Crocodile skin has always been a true icon of luxury. It began to be used commercially at the start of the nineteenth-century and today is seen as the noblest of all the leathers. Its superiority comes from the fact that it’s an attractive and prestigious material– it enhances the exclusivity and class of any creation it’s used in.

Crocodile and alligator skin are both used, but crocodile has the higher reputation. Why is this? There are three species of these animals: the crocodile (found in Africa, Asia and Australia), the caiman (which is South American and comes from Venezuela, Bolivia and Brazil) and the alligator (native to the United States, in particular Florida, Georgia and Louisiana). From the technical point of view, the caiman is the least interesting: they have a bony callus under the belly that makes working with the skin very difficult. Alligators and crocodiles don’t have this. Crocodiles also have more homogenous scales, which makes the end product much more pleasing. Even a novice can distinguish the skin of the crocodile from the skin of the alligator or caiman: each scale has a small point on top! In any case, among the different species the best is the Porosus.

What essential advice do you have for looking after a crocodile bag? It needs to be polished regularly with the right products. Careful, correct maintenance helps to preserve the natural properties of the skin, such as its elasticity and shine. You also need to protect it from water and humidity, especially if it has a polished finish.

What is the strangest request you’ve ever had from a client? It’s hard to choose – we produce a very wide range of creations, but I can definitely remember some of them. There was a frame we made with crocodile pieces and skin, and two bedside mats from entire skins. But I’ve also been asked to upholster the walls of a suite in Russia, an office in the USA, and – again in Russia – even the tiling in a bathroom!

Is crocodile skin hard-wearing or delicate and fragile? It’s generally thought of as a robust leather, so hard-wearing. The way it’s worked though can make it fragile. The classic polished finished can make it very sensitive to water, so it can’t be exposed to rain, or even to sweaty hands or particularly humid places. Something else to bear in mind is to avoid exposing it for long periods to strong heat sources (lights in particular, but also simply a sunny window). Today what people want in the finished product is lightness: we need to understand at what point the quest for this makes the product too fragile.

What is the secret to preserving a bag in a perfect state? It’s essential to keep the bag in the dedicated brushed flannel container supplied when you bought it. If you want to store it for a reasonably lengthy period of time, it’s advisable to pad it with tissue paper to keep the shape. It can also be useful to take the bag back periodically to the shop where you bought it to have it polished and checked.

What’s the waiting time for a bespoke bag? Waiting times vary depending on the availability of the skin. on average it’sabout 2–3 months.

What’s the best season for a crocodile bag? Thanks to the wide range of finishes available today – matt, glossy, mirage, nabuk and chiffon to name just a few – crocodile bags can be adapted to any season.

ogni elemento ha Il suo “pretIosIssImum”: per i metalli Il platino, per le pietre il diamante, per le pelli Il coccodrillo. un esperto del su misura ci rivela tutto quello che c’è da sapere sulle borse, In questo materiale, icone di lusso ed eleganza.

L’atelier di Giorgio Santamaria è un luogo magico che mantiene immutate tutte le particolarità della bottega di un tempo, dove è possibile scorgere gli artigiani che si dedicano al taglio di pelli pregiate per creare borse ed ogni altra sorta di accessori. Ogni pezzo è unico, rigorosamente realizzato a mano e su misura, a fare da fil rouge un pellame straordinario e ricercato: quello del rettile più feroce al mondo, il coccodrillo.

da cosa è rappresentato il fascino che la pelle di coccodrillo esercita sulle donne, tenendo conto che in molte l’ aspetto dell’animale genera terrore e repulsione?

Da sempre la pelle di coccodrillo rappresenta una vera icona di lusso. La sua commercializzazione e il suo utilizzo risalgono agli inizi del XIX secolo e, ad oggi, è considerata la più nobile di tutte le pelli. La sua superiorità deriva dall’essere un materiale gradevole e di grande prestigio, capace di esaltare l’esclusività e la classe di tutte le creazioni per cui è utilizzato.

Pelle di coccodrillo o alligatore si lavorano tutte e due ma la più pregiata è quella del coccodrillo, perché?

Esistono tre grandi specie di animali: i coccodrilli (provenienti da Africa, Asia (in particolare Nuova Guinea e tailandia, e Australia); i caimani (originari del Sud America: Venezuela, Bolivia, Brasile) e gli alligatori (nativi del Sud degli Stati Uniti: Florida, Georgia, Louisiana). I caimani, dal punto di vista tecnico, sono quelli meno interessanti. Sotto le pance si forma un callo osseo di grande spessore, che ne rende molto difficile la lavorazione. Alligatori e coccodrilli ne sono privi. I coccodrilli, inoltre, hanno alcune caratteristiche, essenziali per gli “addetti ai lavori”, che li differenziano dagli alligatori, come ad esempio la maggiore omogeneità delle squame, che rende il prodotto finito più piacevole. Quella identificabile anche dagli occhi dei neofiti è che ogni squama ha un puntino. tra le varie specie la migliore è il Porosus.

Quali sono i consigli per la manutenzione di una borsa di coccodrillo?
Occorre lucidarla regolarmente con prodotti specifici: una metodica e corretta manutenzione aiuta a mantenere nel tempo proprietà naturali della pelle quali elasticità e lucentezza. E’ inoltre necessario proteggerla dall’acqua e dall’umidità, soprattutto se la finitura è lucida.

La richiesta più strana che vi è stata fatta da un cliente.
E’ difficile scegliere, la nostra produzione si occupa di un range di creazioni molto ampio. Sicuramente la realizzazione di un quadro con pelli e parti di coccodrillo, due tappetini scendi-letto con pelli intere. Mi è anche stato chiesto di rivestire le pareti di una suite in Russia, di un ufficio negli Stati Uniti e, sempre in Russia, addirittura delle mattonelle di un bagno!

Si tratta di una pelle resistente o è invece delicata e fragile?
E’ generalmente considerata una pelle robusta, di conseguenza resistente. Il modo in cui viene lavorata però, la può rendere fragile. La classica lavorazione lucida è per esempio molto sensibile all’acqua, quindi non solo alla pioggia ma anche a mani sudate e luoghi particolarmente umidi. Un altro aspetto da tenere in considerazione è l’esposizione prolungata a fonti di calore molto forti (luci particolari, ma anche semplicemente una vetrina al sole). Oggi sempre di più nei capi finiti si ricerca leggerezza: occorre capire fino a che punto l’alleggerimento possa provocare un’eccessiva fragilità del prodotto.

Quali sono i segreti per mantenere una borsa in perfetto stato?
E’ essenziale custodire la borsa nell’apposita custodia di flanella felpata che viene fornita al momento dell’acquisto. Se l’intenzione è quella di riporla per un periodo di tempo, più o meno lungo, è consigliabile imbottirla con della carta velina per mantenere la forma. Inoltre può essere utile riportare periodicamente la borsa nel negozio dove è stata acquistata per farla lucidare e controllare.

Quali sono i tempi di attesa per una borsa realizzata su commissione?
I tempi di attesa variano a seconda della disponibilità delle pelli scelte, in media 2/3 mesi.

Qual è la stagione più adatta per usare e, quindi, sfoggiare una borsa di coccodrillo?
Grazie all’ampia scelta delle conce di oggi – opaco, lucido, mirage, nabuk, chiffon, per citarne alcune – le borse in coccodrillo sono adatte in qualsiasi stagione

Be first to comment