Tank Cartier: la storia

La storia del ‘carrarmato’ di casa Cartier. Tank Cartier: best-seller e ineguagliato oggetto di culto.

STORIA

Narra la leggenda che Louis Cartier disegnò il Tank ispirandosi al prodigio bellico dell’epoca, il carrarmato Renault, dalla carrozzeria blindata e dai battistrada cingolati, in uso nel fronte occidentale. Era il 1917. Gli storici sono scettici ma resta il fatto che il primo prototipo, che prese il nome del suo creatore, fu regalato al Generale John Pershing dell’ American Expeditionary Force. Bisogna aspettare però il 1919 affinché si arrivi alla produzione e vendita dei primi sei esemplari. Il Tank Cartier non fu il primo modello da polso della storia dell’orologeria, e neanche il primo della Maison, che fu il Santos, ma quello, per l’epoca, dal design più rivoluzionario e innovativo, che anticipò i principi estetici dell’Art Decò. Il deciso superamento della tradizionale cassa rotonda, a favore di una rettangolare, l’innesto del cinturino senza soluzione di continuità, la corona a cabochon, i numeri romani a raggiera sono tuttora gli elementi distintivi di questo miracolo di rigore ed eleganza, dallo stile così moderno che ancora oggi continua ad essere un best seller.

CURIOSITA’
La collezione Tank Cartier comprende diverse varianti. Sono più di 250 le reinterpretazioni. Il Tank Américaine lanciato nel 1989 è il primo modello Cartier caratterizzato da cassa impermeabile allungata e arcuata, che si adatta al polso, con un cinturino regolabile montato sulla famosa fibbia pieghevole brevettata dalla Maison nel 1910. Il Tank Française, il più venduto, fu introdotto nel 1996 e si ispira all’originale del 1917, il bracciale ricorda il cingolato, mentre la cassa quadrata rimanda ai principi classici dell’architettura francese che si ritrovano nella base della Torre Eiffel, o nel cortile quadrato del Louvre. L’ultima novità è il Tank Anglaise, dove per la prima volta la corona, perso lo zaffiro cabochon, viene accolta nel brancard senza sporgere. Gli artigiani progettarono un metodo unico per la sua costruzione. All’inizio della realizzazione dell’orologio i due pezzi principali, che formano la cassa, sono numerati e lavorati in coppia.

CELEBRITIES
Gary Cooper, Clark Gable, Truman Capote, Duke Ellington, Rodolfo Valentino, (che lo volle anche sul set de ‘Lo Sceicco’, imponendolo alla produzione) Andy Wharol, Ingrid Bergman, Catherine Deneuve, i coniugi Kennedy, Lady Diana (dopo la sua morte il Principe William l’ha ereditato) gli affezionati del Tank sono stati personaggi di primissimo piano. E continuano ad esserlo. L’ultimo? Michelle Obama, alimentando la leggenda che lo vuole un oggetto iconico dallo stile intramontabile.

Be first to comment